Consultazione gratuita della Cartografia Catastale online in WMS con i Sistemi Informativi Territoriali SIT e software GIS4 min read

In qualità di tecnico ti capiterà spesso di consultare Google Earth/Maps per localizzare un immobile o un terreno sul territorio. A seguire avrai la necessità di individuare i dati catastali incrociando magari i riferimenti dell’Agenzia delle Entrate con le N.T.A. (Norme Tecniche di Attuazione) del P.R.G. del Comune interessato.

Purtroppo molto spesso gli enti locali, che siano piccoli comuni o grandi città italiane non hanno ancora messo a disposizione un SIT (Sistema Informativo Territoriale) e la consultazione diventa poco accessibile ai non addetti ai lavori.

Qui di seguito ti mostro quali sono le alternative già pronte e accessibili gratuitamente online (i cosiddetti WMS) utilizzabili da subito anche dai comuni mortali e quelle invece “fatte in casa” completamente personalizzabili e open source che richiedono qualche minuto del tuo tempo e un livello di utenza avanzato nell’utilizzo di software GIS.


Consultazione Cartografia Catastale via Web Browser

La consultazione della cartografia catastale tramite web browser viene elaborata attraverso un formato WMS (Web Map Service) che produce dinamicamente mappe di dati spazialmente riferiti a partire da informazioni geografiche.

In Italia esistono diversi Sistemi Informativi Territoriali (SIT) che sfruttano il WMS anche con dati geografici aperti (Open Geo Data). Purtroppo non esiste una visione standardizzata sulla diffusione dei dati e ogni SIT, dove presente, funziona a se stante.

Per quanto riguarda il catasto, a fine 2017, in attuazione della Direttiva europea INSPIRE (INfrastructure for SPatial InfoRmation in Europe), l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione l’accesso WMS alla cartografia catastale.

Geoportale Cartografico Catastale AE

Il Geoportale Cartografico Catastale permette a tutti i cittadini l’accesso libero alla consultazione della cartografia catastale e consente la ricerca e la visualizzazione delle particelle presenti sulla mappa del Catasto dei Terreni.

La navigazione è dinamica e le informazioni visualizzate sono allineate con la banca dati cartografica del Catasto. La cartografia in questione viene costantemente aggiornata in modalità automatica mediante gli atti tecnici predisposti dai professionisti abilitati.

Non sono disponibili le mappe sottoposte a vincoli di riservatezza o quelle sulle quali sono in corso interventi di manutenzione. Il servizio copre l’intero territorio nazionale, ad eccezione dei territori nei quali il Catasto è gestito, per delega dello Stato, dalle Province Autonome di Trento e di Bolzano.

Fai attenzione alla licenza perché il servizio di consultazione della cartografia catastale è disponibile con licenza CC-BY-NC-ND 4.0. Attualmente il servizio non viene visualizzato con browser Mozilla Firefox.

Link: https://geoportale.cartografia.agenziaentrate.gov.it/

Cartografia Catastale AE con Mappe GeoLIVE

Il portale topografico/catastale GeoLIVE, ha reso disponibile la consultazione della Cartografica Catastale AE con un’elaborazione delle mappe tramite server molto più veloce se accedi dal portale cartografico dell’Agenzia delle Entrate tramite una connessione ADSL standard.

Hai sempre a disposizione l’attivazione dei layer del servizio di cartografia WMS dell’Agenzia delle Entrate ma qui puoi scegliere come sfondo della cartografia catastale le mappe satellitari di Bing Maps o la cartografia di Open Street Map.

Inoltre puoi misurare le distanze e le superfici (aree) in modo vettoriale, disegnando direttamente sulla mappa.

Purtroppo non è presente il box di ricerca per comune, foglio e particella (mappale) ma sulla mappa vengono mostrate le coordinate geografiche e puoi filtrare la cartografia per Regione e poi per singola Provincia.

Link: http://www.geolive.org/mappe/

Consultazione Cartografia Catastale via Software GIS

La cartografia è consultabile anche con un software GIS (Geographic Information System). La prima configurazione del “SIT personale” può risultare un po’ complicata ma la personalizzazione che si riesce a raggiungere è molto più alta dei servizi standard disponibili via web-browser (vedi recensioni sopra).

QGIS Desktop

Ci sono svariati software GIS in commercio. Ho scelto per il tutorial di LabTecDesign: QGIS –  un Sistema di Informazione Geografica Libero e Open Source con il quale è possibile collegare su Mac e Windows il servizio WMS del Catasto attivato dall’Agenzia delle Entrate per consultare il database catastale.

La versione attuale di QGIS è la 3.2.3 ‘Bonn’ ed è stata rilasciata il 14.09.2018. Vai sul sito ed effettua il download e poi installa il software (file di download di circa 480 MB). Tieni a mente che per la consultazione della cartografia catastale va bene anche la versione meno recente ma più stabile QGIS v. 2.18 (410 MB).

Link: https://www.qgis.org/it/site/

QGIS con Catasto AE + Foto Satellite

Inserimento della Cartografia Catastale AE

Ti ho già menzionato che la Cartografia Catastale AE in WMS è basata sullo standard Web Map Service (WMS) ed è fruibile utilizzando un software GIS (Geographic Information System).

L’URL tramite cui è possibile fruire del servizio di consultazione che deve essere impostato all’interno dei software è: (https://wms.cartografia.agenziaentrate.gov.it/inspire/wms/ows01.php).

Inserimento della vista dal satellite

La visualizzazione sullo sfondo della vista satellitare è ottenuta mediante un plugin sperimentale per QGIS: OpenLayers Plugin.

Per installare OpenLayers Plugin devi spuntare dalle impostazioni di QGIS: “Mostra anche plugin sperimentali”

Poi scrivi il nome del plugin nella barra di ricerca e selezionalo per procedere all’installazione.

Terminata l’installazione, il plugin è disponibile nel menù Web:

Hai a disposizione diversi layers attivabili come Goggle Maps, OpenStreetMap, Bing Maps, ecc…

[work in progress]

Software GIS per Android

[work in progress]

# ChangeLog
All notable changes to this project will be documented here
[WiP] = Work in Progress -> Release non ancora disponibile per il download
# Ver.(2018.09.20_v1d): Rev. QGIS 3.2.3 version
# Ver.(2018.09.04_v1d): Pubblicazione online su LabTecDesign

Diego Lallopizzi

Svolgo la libera professione come Ingegnere Edile. Mi occupo di Progettazione (BIM) Architettonica e Strutturale curando anche aspetti relativi alla Classificazione del Rischio Sismico degli edifici esistenti (cit. SismaBonus). Prediligo l'utilizzo di materiali e tecniche innovativi con un occhio sempre attento alla riqualificazione energetica e al comfort termoacustico sia dell'involucro dell'edificio che degli impianti.

You may also like...