NTC 2018: “Progettazione geotecnica” – Tutte le novità delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni2 min read

Qui di seguito è riportata la trascrizione del sesto capitolo dell'eBook di LabTecDesign – Tutte le novità capitolo per capitolo delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni – NTC2018 con l'integrazione della Circolare Esplicativa n.7/2019.

Capitolo 6 – Progettazione geotecnica

Il capitolo ha subito modifiche rilevanti. A favore di chiarezza è stata soppressa l’alternatività del doppio approccio progettuale, AP1 e AP2. Ricondurre quasi tutto ad un unico approccio è una
semplificazione che garantisce omogeneità di risultati. Per il calcolo del carico limite non si può più usare l’Approccio 1.

Utilizzo Approccio AP1: ● Paratie Flessibili (ancorate o non ancorate; ● Gallerie; ● Altre opere. Per il Dimensionamento Strutturale: C1(A1+M1+R1). Per le Verifiche Geotecniche: C2(A2+M2+R2). Utilizzo Approccio AP2*: ● Fondazioni superficiali; ● Fondazioni profonde (pali); ●  Muri di Sostegno (a gravità). Comb. (A1+M1+R3)
* esclusa la verifica di stabilità globale da fare in combinazione: C2(A2+M2+R2) – AP1

6.2.2 – Indagini, caratterizzazione e modellazione geotecnica

Si prescrive che la campagna di indagine sia definita per stabilire tutti i parametri necessari per il progetto, sia per gli aspetti statici che per quelli sismici. Le indagini geotecniche devono essere programmate in funzione del tipo di opera e/o di intervento, devono riguardare il volume significativo e, in presenza di azioni sismiche, devono essere conformi a quanto prescritto ai §§ 3.2.2 e 7.11.2. Per volume significativo di terreno si intende la parte di sottosuolo influenzata, direttamente o indirettamente, dalla costruzione del manufatto e che influenza il manufatto stesso.

6.5.3.1.1 – Muri di sostegno

La possibilità di scelta AP1/AP2 è stata tolta anche per i muri di sostegno, per i quali, esclusa la verifica di instabilità globale in cui rimane la Comb.2 AP1, si prescrive per le altre verifiche l'utilizzo dell'AP2. E’ stato introdotto inoltre un coefficiente di sicurezza a ribaltamento pari a ɣR= 1,15 prima mancante.

Nelle verifiche a ribaltamento non si fa più riferimento ai coefficienti EQU per le azioni, ma bensì sempre agli A1 così come da AP2.

Inserito paragrafo per la valutazione della resistenza a carico assiale di una palificata. È stata alleviata per alcuni casi la prescrizione di prove di carico su pali. La verifica nei riguardi degli SL idraulici è riformulata, a favore di sicurezza. Precisazioni in merito alle fondazioni miste e i termini delle verifiche della stabilità dei pendii naturali sono meglio specificati.

Download gratuito eBook – NTC 2018




pdf-document Ricevi gratuitamente l'ebook via email




.

Testo normativa NTC + Circolare

Diego Lallopizzi

Diego Lallopizzi

Ing. Diego LALLOPIZZI
(Pescara - Italy)

INGEGNERE EDILE
Specializzato in Progettazione (BIM):

  • Strutturale/Architettonica
  • Impiantistica (MEP)
  • Direzione Lavori (4/5/6D)

CONSULENTE BIM
"Aiuto Tecnici, Progettisti e Imprese a gestire commesse con l'approccio Ingegneristico del BIM, ottimizzando tempi e costi, dal Design al Cantiere"


You may also like...