SPIREX, l’armatura trasversale per strutture in cemento armato a prova di sisma costituita da una spirale continua a bracci verticali2 min read

spirexschnell1Il recente terremoto in Abruzzo ha evidenziato lo scarso rispetto della qualità delle costruzioni italiane in cemento armato, e la grande difficoltà nel controllo fondamentale della posa in opera in cantiere delle armature in ferro da parte del progettista. Oggi esistono strumenti efficaci per ovviare a questa problematica come la staffatura a spirale continua (Spirex) brevettata dal Gruppo Schnell che e’ considerata una delle innovazioni più importanti degli ultimi anni per la sicurezza delle costruzioni.

I problemi strutturali nelle costruzioni (ovvero il collasso delle strutture in cemento armato) nascono prevalentemente dalla non corretta applicazione in pratica del progetto sviluppato dall’ingegnere strutturista, che durante la fase progettuale calcola correttamente il numero e la posizione delle staffe (elementi critici nelle strutture) e dei ferri delle travi e pilastri. Nella pratica può’ accadere che le specifiche richieste non vengano realizzate, per negligenza o difficoltà’ oggettiva di esecuzione.

In particolare può’ accadere:

  • Staffe posizionate in numero sbagliato o a distanze (passi) non corrette le une dalle altre;
  • Staffe non fissate o malamente assicurate ai ferri longitudinali;
  • Staffe montate inclinate (non ortogonali) rispetto all’armatura principale.
  • Staffe di forma sbagliata (es.: senza ganci a 135).

Il Gruppo Schnell (azienda italiana con sede nella regione Marche), leader mondiale nel settore dei macchinari e tecnologie per la lavorazione del ferro per cemento armato, propone una nuova soluzione in nome della qualità’ e della sicurezza delle abitazioni. Il suo nome e’ Spirex, una nuova generazione di staffa, costituita da una spirale continua a bracci verticali.

Fino ad oggi il cemento era armato con staffe singole, separate tra loro ed applicate una alla volta. Le staffe, ovvero le armature trasversali, lavorano a trazione e hanno il duplice effetto di confinare il calcestruzzo e di cerchiare le armature longitudinali.

Quantità’, posizionamento e legatura all’armatura principale, calcolati dal progettista potevano, L’Aquila docet, non essere eseguiti in cantiere. Tale operazione era infatti affidata alla sola diligenza di chi effettuava la posa e i controlli da parte dei direttori dei lavori non potevano garantirne sempre la corretta esecuzione.

La staffa a spirale continua SPIREX risolve all’origine il problema perché’ e’ un pezzo unico di tondino d’acciaio di facile e veloce applicazione che obbliga ad aderire al progetto originale dell’ingegnere, senza possibilità’ di manomissioni e negligenze.

L’uso di Spirex consente inoltre una grande riduzione dei tempi e dei costi di posa in opera delle armature, e, grazie alla struttura continua di Spirex, l’eliminazione del rischio di apertura delle staffe sotto carico, o durante un sisma. “Basterà’ aprire Spirex in cantiere – sottolinea Simone Rupoli, direttore generale della Schnell S.p.A – e la spirale acquisterà’ automaticamente in opera la configurazione secondo la quale era stata progettata”.

Link: http://www.schnell.it/

Print Friendly, PDF & Email

You may also like...