Approvazione del modello AeDES per il rilevamento dei danni, pronto intervento e agibilità per edifici ordinari nell’emergenza post-sismica2 min read

prot_ne-civileD.P.C.M. 5 maggio 2011 – Approvazione del modello per il rilevamento dei danni, pronto intervento e agibilità per edifici ordinari nell’emergenza post-sismica e del relativo manuale di compilazione. Manuale per la compilazione della scheda di 1° livello di rilevamento danno, pronto intervento e agibilità per edifici ordinari nell’emergenza post-sismica (AeDES)

Le ore dell’emergenza sono quelle più delicate e impegnative dell’attività della Protezione Civile. Subito dopo il terremoto è necessario venire in aiuto alle popolazioni colpite con rapidità e efficacia. Per fare presto e bene sono necessarie procedure, strumenti tecnici, personale preparato, gruppi di gestione delle operazioni, concorso di amministrazioni e autorità.

È stata così messa a frutto l’esperienza del terremoto in Umbria e Marche del settembre 1997; è stato analizzato, dalla Protezione civile, il percorso necessario ad una rapida ed efficace campagna di rilievo del danno e valutazione dell’agibilità. Il risultato è stato un Progetto per un sistema di piena integrazione di risorse in collaborazione con le regioni, basato su superfici strumenti di lavoro e su programmi di formazione di operatori tecnici.

Il momento centrale di questa attività è la valutazione dell’agibilità post sisma delle costruzioni danneggiate. L’agibilità definisce il confine tra il rientro della propria casa e l’attesa nei ricoveri provvisori; tra la permanenza delle funzioni dell’amministrazione, dei servizi, dell’economia e il rallentamento delle attività di un intero e complesso contesto sociale. Ma rappresenta anche un momento delicato di diagnosi dell’organismo strutturale, cui è affidata la tranquillità delle popolazioni residenti. Un lavoro, di definizione della teoria e della pratica della esecuzione delle operazioni di valutazione dell’agibilità post sisma, è stato portato a termine dai ricercatori del Servizio sismico nazionale e del Gruppo nazionale per la difesa dai terremoti. La scheda che ne è derivata e il suo manuale di istruzioni, rappresentano oggi, per la prima volta, una risposta meditata ad alcune delle più immediate esigenze tecniche della Protezione civile nella fase dell’emergenza, aggiungendo così un altro tassello al disegno di riorganizzazione avviato in questi anni. [via legislazionetecnica]

Print Friendly, PDF & Email

You may also like...